facebook_page_plugin

24/10/21 SERIE B - PROVA DI MATURITÀ DELL’ETRUSCA CHE SBANCA IL CAMPO DI OLEGGIO E MANTIENE LA VETTA DELLA CLASSIFICA

Se vincere è difficile, confermarsi lo è ancor di più. In questa logica per l’Etrusca, dopo la vittoria in casa della corazzata Omegna, la gara esterna contro la “più normale” Mamy.eu Oleggio poteva contenere non poche insidie. I ragazzi di Coach Marchini invece sono stati bravi ad accantonare l’euforia generata dal prestigioso successo di sette giorni fa e a mantenere altissima la concentrazione, approcciandosi in modo impeccabile a questo difficile impegno. Sul parquet piemontese l’Etrusca ha giocato indiscutibilmente la propria pallacanestro, fatta di coralità e sacrificio, di intensità ed aggressività, di difesa, di corsa e di circolazione di palla. E le statistiche di fine gara confermano tutto questo: solo 50 punti subiti, sei giocatori con almeno 8 punti a referto, un solo giocatore col oltre 30 minuti di impiego, 16 assist fatti, 17 palle perse degli avversari.

Più nel dettaglio, la gara ha avuto due facce: la prima metà in cui l’Etrusca ha spinto (42 punti segnati e +21 di scarto), la seconda metà in cui ha amministrato il vantaggio accumulato (23 punti segnati e –6 di scarto nel parziale)

Pronti via e prima che si completi il primo giro di lancette Oleggio si porta sul 3-0 con una bomba di Del Debbio, ma è solo una fiammata. L’Etrusca prende immediatamente in mano le redini dell’incontro e risponde con un perentorio 0-15, con ancora una volta il giovane Candotto protagonista dell’avvio biancorosso con due bombe consecutive. Siamo solo al 5’ minuto ma i ragazzi della Rocca hanno già scavato un solco importante, che Oleggio non riuscirà più a colmare. L’Etrusca però non si accontenta e continua a spingere, incrementando il proprio vantaggio con le bombe di Quartuccio e Tozzi ed i canestri di Lorenzetti e Benites, fino al +18 alla prima sirena (7-25). Solo 7 punti concessi in un quarto dicono molto sulla compattezza della difesa sanminiatese.

Nel secondo quarto l’Etrusca ha continuato ad imporre il suo ritmo in attacco e ad essere ermetica in difesa. In questa frazione i biancorossi sono stati particolarmente efficaci nella marcatura degli esterni di Oleggio. De Ros e Giampieri, dati alla mano le bocche da fuoco dei piemontesi, sono stati tenuti rispettivamente a 4 e zero punti nella frazione. Il vantaggio è così continuato ad incrementare ed al riposo lungo il tabellone segnava 21-42.

Alla ripresa delle ostilità era prevedibile una reazione della squadra di casa, che è stata praticamente disinnescata per tutti i primi 20 minuti, ma l’Etrusca è stata bravissima a contenerne i ritorni di fiamma, soprattutto grazie ad una difesa impeccabile. In attacco invece i biancorossi, dopo aver toccato il massimo vantaggio della gara con il canestro di Candotto (21-43 al 22’), si sono dimostrati meno brillanti rispetto alla prima frazione. la difesa oleggese è salita senz’altro di tono ma i sanminiatesi hanno mostrato segni di affaticamento, fallendo qualche tiro aperto di troppo. Sicuramente qualche fallo ingenuo commesso nella frazione ha limitato le rotazioni di Coach Marchini, costringendo qualcuno a fare gli straordinari e ciò a contribuito alla minore lucidità offensiva.

Nell’ultimo periodo Oleggio ha giocato il tutto per tutto, alla ricerca di una rimonta difficilissima, e si è spinta fino a –12 a due minuti dalla fine, quando la bomba di capitan Benites ha riportato gli ospiti sul +15 e messo il risultato (peraltro mai in discussione) in ghiaccio.

“Ancora una volta avevo chiesto ai miei ragazzi una partenza sprint – ha commentato Coach Marchini a fine partita – perché non volevo che il talento offensivo di giocatori come Giampieri e De Ros potesse accendersi e la risposta dei miei giocatori è stata impeccabile. Peccato per qualche nostro fallo di troppo nel terzo quarto, che ci ha impedito le nostre abituali rotazioni e non ci ha fatto esprimere in attacco come nella prima parte della partita, ma questi sono aspetti che fanno parte del processo di miglioramento che stiamo intraprendendo. Di sicuro aver affrontato tre gare in trasferta e non aver mai concesso ai nostri avversari più di 60 punti è per me motivo di grande orgoglio”.

Domenica prossima alle ore 18:00 l’Etrusca torna tra le mura amiche del PalaFontevivo per affrontare la Sangiorgese e lo fa da prima della classe, seppur in coabitazione. Una vittoria permetterebbe di capitalizzare al massimo quanto di buono è stato fatto finora lontano da San Miniato. Il popolo dell’Etrusca è chiamato a raccolta per sostenere questi ragazzi e siamo certi che non mancherà.

Mamy.eu Oleggio – La Patrie Etrusca San Miniato 50-65

(7-25, 14-17, 12-9, 17-14)

Mamy.eu Oleggio: Maresca 5, Negri 15, Riva 11, De Ros 4, Bertolani n.e., Ballarin n.e., Lorenzo ne, Palestra n.e., Del Debbio 5, Romano 5, Seck, Giampieri 5. All. Pastorello, Vice Nava e Mattea

La Patrie Etrusca San Miniato: Mastrangelo 9, Lorenzetti 14, Tamburini n.e., Ermelani n.e., Benites 5, Candotto 8, Caversazio 8, Bellachioma 2, Quartuccio 9, Capozio, Tozzi 10. All. Marchini, Vice Regoli e Latini

Sponsor

Vai all'inizio della pagina