facebook_page_plugin

SERIE B - SUPPLEMENTARE LETALE PER LA BLUKART CHE CADE A SAN GIORGIO SUL LEGNANO

La Blukart gioca una gara di grande sostanza al Palabertelli di San Giorgio sul Legnano, ma cade dopo un supplementare, in una partita dai mille capovolgimenti di fronte. Il primo quarto vede subito i ragazzi di coach Barsotti partire con grande determinazione, trovando grandi energia da Mazzucchelli e da Carlo Trentin, autore di una prova maiuscola, che segna ben 8 punti nel primo quarto, con San Miniato che riesce a condurre per 21 a 14 dopo dieci minuti di gioco. Nella seconda frazione la squadra di casa prova una prima reazione, cercando di attaccare il canestro con efficacia con Rota e Roveda, ma è ancora la Blukart a capitalizzare riescano ad andare all'intervallo lungo sul +11, con i canestri importanti di Capozio e Neri. La terza frazione vede la squadra lombarda salire in cattedra con Parlato in grande spolvero, top scorer della gara con 22 punti sul tabellino: la Blukart non riesce più a macinare gioco in attacco come nella prima parte è riesce a limitare i danni, impattando la gara sul 57 pari alla fine del tempino, grazie a 8 punti di un propositivo Apuzzo. L'ultima frazione è frizzante con sorpassi e controsorpassi: Parlato e Roveda riescono a portare Sangiorgese sul +6 a tre minuti dalla fine, ma Preti, top scorer dei suoi con 20 punti, impatta ancora la gara con 9 punti di fila, con una bomba con fallo da 4 punti. L'Etrusca ha anche il pallone per vincere la gara in parità, con il tiro di Trentin che balla sul ferro e salta fuori. È supplementare: i padroni di casa trovano due volte la retina con Cozzoli e Bocconcelli, ma ancora Trentin e Neri impattano. In una partita decisa dagli episodi è un fallo dubbio, con conseguente tecnico a Benites che decide la disputa, con Sangiorgese che può volare sul +2 a 20 secondi dalla fine e il tiro di Lasagni allo scadere che non trova il fondo della retina. Una sconfitta al fotofinish per l'Etrusca, che riesce però a pareggiare lo scontro diretto dell'andata, limitando così i danni in un eventuale arrivo in parità a fine stagione. "Usciamo da questa gara con due stati d'animo contrastanti: uno di forte dispiacere per l'esito finale, soprattutto perché alla fine del tempo regolamentare il tiro di Trentin da sotto ben costruito ha letteralmente ballato sul ferro ed è uscito." il commento di coach Barsotti a fine gara "Questa volta la fortuna si è voltata dall'altra parte, anche nel supplementare gli episodi finali non ci hanno certo premiato, con particolare riferimento al fiscalissimo fallo più tecnico fischiato a Benites a 40 secondi dalla fine. Questo non toglie alcun merito ai nostri avversari che hanno segnato molti canestri di puro talento. L'altro stato d'animo è di orgoglio perché abbiamo affrontato la gara senza il nostro capitano, assenza molto pesante sia dal punto di vista tecnico che da quello emotivo, con determinazione e tenacia, sapendo reagire alla veemente rimonta subito nel terzo quarto con buona personalità. Da questa gara dobbiamo trarre l'ennesimo insegnamento, che contro squadre importanti su campi difficili dobbiamo giocare al massimo della nostra maturità, cosa che stasera non sempre è avvenuta. Adesso mancano sei gare alla fine ed è il momento di raccogliere quanto seminato durante il nostro percorso. Questo è il salto di qualità che possiamo fare e che cercherò di far fare ai ragazzi.".

Sponsor

Blukart
Vai all'inizio della pagina